L’importanza di avere un sito veloce

sito veloceIl modo con il quale ci informiamo, comunichiamo, studiamo, ci intratteniamo e facciamo acquisti è molto cambiato negli ultimi anni. Oggi grazie ad Internet e alla rivoluzione mobile, abbiamo accesso ad un’enormità di informazioni e tutto avviene sempre più velocemente.

Per essere competitivi in questo mercato in continua crescita ed evoluzione è pertanto fondamentale, se si possiede un sito web, che questo sia in grado di dare all’utenza risposte di qualità, nel minor tempo possibile.

Tra i tanti fattori che Google tiene in considerazione al momento di posizionare più o meno in alto tra i suoi risultati una determinata pagina web, c’è anche il suo tempo di risposta, ovvero quanto impiega a caricarsi, essendo quindi visibile, e leggibile, a chi l’ha cercata.

Questo non significa, ATTENZIONE, che un sito più lento di un altro verrà necessariamente penalizzato. La velocità, come detto, è solo uni di tanti fattori che vengono presi in esame, e non si trova tra i più importanti, ma sarebbe un errore trascurarlo.

Oltre ai motori di ricerca dovremmo poi occuparci, se non preoccuparci, in primis dei nostri utenti. Non dovremo avere un sito scattante perché lo chiede Google, ma perché così daremo un servizio migliore a chi naviga in rete, in particolare da mobile dove spesso, è proprio il caso di dirlo, il tempo è denaro.

Google PageSpeed

Visto che, come detto, la velocità di un sito è importante e probabilmente lo sarà sempre di più in futuro, ecco alcuni strumenti, del tutto gratuiti, che vi suggeriamo di provare per testare la situazione e capire subito se il vostro sito necessita di qualche ottimizzazione, o se è già pronto per gareggiare in Formula Uno.

Iniziamo con Google’s Page Speed Online, strumento messo a disposizione da Google. Molto facile da usare e prezioso per i suggerimenti che fornisce.

https://developers.google.com/speed/pagespeed/insights/

Il test di velocità di Pingdom fornisce le informazioni sul lasso di tempo necessario al sito per caricare immagini, Javascript ed altri elementi. Indica, inoltre, le dimensioni effettive della pagina e il tempo della richiesta per ogni singolo caricamento, così da aiutarvi ad individuare cosa necessita di una bella compressione.

http://tools.pingdom.com/fpt/

WebPageTest verifica la velocità di caricamento di una pagina web nei più noti browser (Chrome, Firefox e Internet Explorer) e offre anche l’interessante possibilità di scegliere di condurre il test come se ci si collegasse da diverse località del mondo, cosa molto utile se avete i server in un Paese diverso da quello a cui vi rivolgete con i vostri prodotti o servizi.

http://www.webpagetest.org/

Show Slow è un servizio online, del tutto gratuito, ma che richiede una registrazione. Si tratta di un tool molto potente ed interessante perché consente di testare un sito ottenendo dati da tre fonti differenti: YSlow, Page Speed e dynaTrace.

http://www.showslow.com/

Come aumentare la velocità di un sito

Nel video sottostante consigli di Google su come aumentare la velocità di un sito, partendo dalla sua analisi, per poi intervenire su eventuali criticità.